Inammissibile il ricorso in Cassazione non diviso in paragrafi

Il ricorso in Corte di Cassazione dev’essere diviso in tanti paragrafi quanti sono i motivi della doglianza, altrimenti sarà dichiarato inammissibile per difetto di specificità.

È quanto stabilito con la sentenza n. 38676/2019 depositata in Cancelleria lo scorso 19 settembre.

I Giudici, facendo riferimento al Protocollo d’intesa tra la Corte di Cassazione e il Consiglio Nazionale Forense sancito nel 2015, stabiliscono che se non divisi in paragrafi, i motivi del ricorso tendono a sovrapporsi tra loro, cosa che rende l’impugnazione aspecifica e quindi invalida.

In effetti una formulazione confusionaria andrebbe a sovvertire il ruolo della Cassazione, chiamata ad esprimersi solo su questioni formali e non ad interpretare il testo.

Ritengo che la suddivisione in paragrafi aiuti anche noi.

Può essere utile per organizzare un discorso ragionevole.

Pertanto, onde evitare il rigetto per la confusione dei motivi, cerchiamo di essere chiari, concisi ed ordinati!

https://www.money.it/Avvocati-inammissibile-ricorso-in-Cassazione

Post Correlati