Femminicidio è… quando lei dice basta e lui l’ammazza !

 

Ringrazio il Lions Club di Cassano D’Adda ed in particolare l’Amica e Collega Imma Sannino per l’invito al bellissimo evento in tema di violenza sulle donne.
Molto bello l’allestimento del palco e la mostra artistica.
Il posto vacante riservato alle vittime lascia sempre il magone e fa riflettere.
Tutti abbiamo delle responsabilità e tutti dobbiamo partecipare alla necessaria rivoluzione culturale per far sì che le nuove generazioni crescano “sane”.
È importante che sappiano che non c’è un genere che prevale sull’altro ma delle belle differenze dovute all’emotività e al fisico.
Questi incontri servono anche per evidenziare le problematiche relative all’applicazione della legge.
Il “codice rosso” così com’è non funziona.
Ad esempio nelle grandi città, dove i casi sono troppi, la Procura non riesce a sentire tutte le vittime entro 3 gg dalla denuncia, come previsto dalla suddetta legge.
Quindi cosa succede?
Che essendo tutte sullo stesso piano (in codice rosso appunto) non si capisce chi ha veramente l’urgenza di essere portata via da quella casa. Se il marito ha una o più armi in casa, se l’ha già minacciata di morte, se l’ ha già presa per il collo, se è drogato/alcolizzato/disoccupato, il fattore di rischio è altissimo… queste sono situazioni più urgenti di altre!
Pertanto, il codice rosso che le considera tutte uguali non funziona.
È una critica alla legge non alle Forze dell’Ordine che la applicano.

Post Correlati